Warning: Parameter 3 to jreviews_content15() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.suimonti.it/home/libraries/joomla/event/dispatcher.php on line 136
Ciaspole, quali modelli
Scritto da Marco   

Le racchette moderne sono realizzate in diversi materiali e con diverse fattezze, dal quale dipende il diverso uso a seconda dei tipi di neve ed agli itinerari e, ovviamente, il prezzo. Sono realizzate con uno stampo in plastica, oppure dispongono di un'intelaiatura in alluminio con la superficie d'appoggio in neoprene o poliuretano. Sono dotate di attacchi snodabili che permettono una camminata abbastanza naturale, in certi modelli lo snodo può essere regolato a seconda del terreno da percorrere. Ci sono delle racchette con un alzatacco che permette di ridurre lo sforzo sul ripido, oppure regolabili nella lunghezza mediante una prolunga adattabile al tipo di terreno ed innevamento. Tutte hanno sotto l'attacco dei ramponcini fissi più o meno larghi, in corrispondenza della punta degli scarponi e del calcagno, che agevolano la tenuta su neve dura o ghiacciata.

I costi delle racchette variano dagli 80 euro, per il modello più semplice, fino a 2-300 euro per i modelli più tecnici.

La scelta del tipo di racchette dipende da alcuni fattori importanti: la frequenza d'utilizzo, il rapporto peso corporeo e dimensione della racchetta, gli itinerari che si intendono percorrere. In neve profonda e terreno per lo più pianeggiante si usano racchette lunghe, in terreno ripido racchette corte e maneggevoli.

Le racchette da neve si suddividono grossomodo in tre grandi categorie:

  • a Fagiolo a fagiolo

sono le racchette tradizionali di vecchia concezione ed oramai in disuso. La struttura esterna è in legno o alluminio e la superficie d'appoggio è realizzata con cordini intrecciati, la scarpa viene fissata con fettucce e cordini. Stanno cadendo in disuso in favore di quelle più moderne e tecniche in plastica o alluminio.

 

canadesi

  • Canadesi 

Sono le racchette più grandi (quasi un metro) e sono spesso dotate di coda. Nonostante siano ingombranti, sono ottime per nevi profonde e presentano vari sistemi di fissaggio. Non sono molto indicate per percorsi ripidi e con neve dura.

 

  • Moderne 

sono di diverse forme, ma grossomodo hanno la forma intermedia tra le due precedenti e sono realizzate in plastica o alluminio. Hanno attacchi molto tecnici, presentano diversi tipi di ramponi nella parte inferiore, a seconda della diversità delle esigenze. Per le peculiarità tecniche che hanno risultano adatte anche per terreni ripidi.