Warning: Parameter 3 to jreviews_content15() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.suimonti.it/home/libraries/joomla/event/dispatcher.php on line 136
Rite (Monte)
Scritto da Marco   
Escursione molto facile e bellissimo panorama a 360°.

Provenendo da Longarone, poco prima del paese di Forno di Zoldo (BL), sulla destra, imboccare la strada provinciale 347 in direzione forcella Cibiana (m 1530) dove parcheggeremo l'auto.

Dal piazzale della forcella Cibiana, nei pressi del Rifugio Remauro dove partono i taxi-navetta per il Monte Rite, imbocchiamo la strada militare che ci fa immergere in mezzo a prati fioriti e boschi. Dopo circa 15 minuti di cammino, abbandoniamo la strada militare per immetterci sul sentiero panoramico (il sentiero è ben segnalato da una tabella). Seguiamo i bolli rossi del sentiero, che sale regolarmente a tornantini, in mezzo al bosco. Successivamente si attraversano due pietrami mentre il bosco si dirada e si inizia a prendere coscienza della veduta che ci aspetta in cima. Il sentiero prosegue a zigzag, alcuni tratti stretti altri più lunghi talvolta gradinati con dei tronchetti di legno. Fuoriusciti dal bosco il sentiero prosegue su alcuni prati un po’ ripidi in vista della strada militare, che abbiamo lasciato prima e che raggiungiamo di nuovo a Forcella Deona. Seguiamo per alcuni minuti la strada, dopodichè prenderemo a sinistra di nuovo un sentiero che ci porta dritti fino in cima al Monte Rite, esattamente sul tetto del fortino militare ristrutturato.

Dalla cima si gode un panorama incredibile che spazia a 360 gradi sulle dolomiti con una vista privilegiata sul Civetta, sul Pelmo, sul Sorapiss e sull’Antelao ed in secondo piano Marmolada, Lastroni di Formin, Croda da Lago, Tofane, Duranno, …(guarda il panorama).

Dopo aver riempito gli occhi e la scheda della fotocamera con queste meraviglie della natura (compresi gli Yak se siete fortunati), prima di ridiscendere a valle merita una visitina il “Museo nelle nuvole” che Reinhold Messner ha realizzato all’interno del fortino militare situato in cima al Monte Rite (http://www.museonellenuvole.it/).

Per la discesa, noi abbiamo seguito a ritroso il sentiero dell’andata, ma con qualche minuto in più merita proseguire fino a Forcella di Val Inferna (m 1693) lungo il sentiero 478, per poi girare a sinistra imboccando il sentiero 494 che, dopo circa un’ora, ci porta sulla strada asfaltata che abbiamo percorso con l’auto prima di partire; la percorriamo per circa 1 km in leggerissima salita e saremo arrivati all’auto.
 

Tutti gli itinerari che trovate su questo sito sono stati percorsi personalmente dal redigente della relazione, e la relativa descrizione dettagliata è riferita alle condizioni del percorso rilevate il giorno dell’effettuazione del sopralluogo. La morfologia del territorio montano è soggetta a continui cambiamenti dovuti agli eventi atmosferici e climatici, pertanto talvolta è possibile trovare delle differenze anche sostanziali con la descrizione dell’itinerario ove non aggiornato. La redazione di suimonti.it declina ogni responsabilità in seguito a incidenti occorsi e causati da cattive interpretazioni o comportamenti imprudenti usando i contenuti di questo sito.