Warning: Parameter 3 to jreviews_content15() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.suimonti.it/home/libraries/joomla/event/dispatcher.php on line 136
Tricorno (SLO) - Traversata valle dei sette laghi
Scritto da Marco   
Escursione molto bella. Giro di due giorni

1° giorno:
Dal lago di Bohinj si raggiunge il rifugio Koca pri Savici dove si parcheggia l'auto. Prima di partire diamo un'occhiata all'impressionante parete della Komarca che saliremo; infatti, subito dopo aver superato il ponte sul torrente Savica, il sentierino diventa subito ripido e si inerpica sulla muraglia rocciosa alta circa 650 metri (a due deviazioni seguire per Koca pri Triglavskih Jezerih e Dolina Triglavskih Jezer). Il sentiero è costantemente ripido fino a quando non si “scollina”, ma lungo la strada si godono degli splendidi panoramisulla vallata di Bohinj e sull'arco di montagne circostanti. Quando il sentiero diventa pianeggiante ed immerso in un meraviglioso bosco, significa che stiamo arrivando al Crno Jezero (Lago Nero) - (2 ore dalla partenza).

Da questo lago seguire il sentiero sempre diretto al Koca pri Triglavskih Jezerih che, in leggera e insignificante salita immersa in uno splendido bosco, porta fino ai piedi della parete calcarea del Bela Skala (roccia bianca). Da qui per alcuni ripidi tornanti si giunge fino a quota 1700 m dove troveremo un bivio. Qui giriamo a sinistra ed in alcuni minuti arriviamo all'incantevole Dvojno Jezero (Lago Doppio) ed al rifugio Koca pri Triglavskih Jezerih dove trascorreremo la notte (3,30-4 ore dalla partenza). Il rifugio si trova in una posizione meravigliosa: in mezzo ad una radura ai bordi del bosco, accanto al lago doppio ed ai piedi del Monte Ticarica, la cui vista con i colori del tramonto è davvero incantevole (guarda).

2° giorno:
Da dietro al rifugio dove abbiamo trascorso la notte imbocchiamo il sentiero della valle dei 7 laghi seguendo le indicazioni per il rifugio Zasavska Koca Na Prehodavcih. Mentre si segue il comodo esempre visibile sentiero il paesaggio muta completamente, ed il verde dei boschi lascia presto spazio al bianco dell'ambiente carsico diventando sempre più desolato fino a giungere al rifugio Zasavska Koca. Ma strada facendo gli occhi si riempiono continuamente di scorci meravigliosi come il Veliko Jezero - Lago grande, fiori bellissimi e l'ultima perla il Zeleno Jezero - Lago Verde, ed alcuni altri “laghetti” un po' prosciugati dalla siccità estiva del 2006 (un laghetto non sono neppure riuscito ad individuarlo!!). Giunti al rifugio Zasavska Koca Na Prehodavcih (2 ore e mezza dalla partenza), l'emozione è grande ad ammirare il panorama che si gode da questa terrazza: si toccano con un dito tutte (e dico tutte) le cime maggiori delle Alpi Giulie. Splendido.

Dal rifugio prendiamo una bella mulattiera di guerra che scende ardita nella valle sottostante (per Na Logu e Val Trenta) immergendosi sempre più nel fittissimo bosco. Dopo circa 3 ore (e 1400 metri) di discesa arriviamo nell'incantata Val Trenta dove terminano le nostre fatiche.

Menzione particolare per i gestori del rifugio Koca pri Triglavskih Jezerih: assolutamente inospitali, maleducati e disorganizzati.

 

 

Commenti 

 
#2 Marco 2012-08-27 15:39 Purtroppo non è così agevole rientrare con i mezzi pubblici al punto di partenza. E' meglio organizzarsi con un paio di auto.
 
 
#1 silvia 2012-07-11 13:14 Salve alla fine da Na Logu Val Trenta c'è un collegamento per arrivare al punto di arrivo dove si lasciano le macchine? grazie